Il nuovo album ‘Dagli alberi alle stelle’

Il cantautore Fabio Cardullo esce dalla caverna e dà  alla luce uno dei lavori più intensi e suggestivi del suo percorso artistico che s’intitola Dagli alberi alle stelle che segue l’uscita del precedente singolo e videoclip ‘Gli alberi di Istanbul’ che ben rappresenta il nuovo disco.
Fabio torna ad imbracciare la chitarra elettrica e promette un lavoro senza precedenti per quanto riguarda il testo e le immagini, esprimendo con tutta la sua determinazione luci ed ombre del nostro tempo.

“Dagli alberi usciranno gli uomini e avranno gli occhi aperti e le ali come gli angeli”.

Dagli alberi alle stelle è un viaggio musicale che cerca di restituire importanza al valore del nostro contatto con il cielo delle stelle e con la terra degli alberi, fonte di esempi e di messaggi metaforici volti a sanare in nostri conflitti personali e sociali.

Il lavoro, iniziato l’anno scorso con il singolo e videoclip Gli alberi di Istanbul, prosegue e si completa con i brani Di la, Vita imperfetta, Green Revolution, Il bullo e due nuove versioni dei brani Dal mulino e Siepe Quadrata registrate i studio con la Fabio Cardullo Band composta da Luca Mantese alla batteria, Gian Pietro Cazzola al basso, Giuliano Cremasco al pianoforte, Antonio Cunico all’armonica blues e le coriste Veronica Zatti e Carla Cavaliere. Il disegno di copertina è stato realizzato dalla giovanissima (11 anni) Adele Camuffo.
All’interno del nuovo disco anche il brano Aspettando l’avvenire, scritto di recente e registrato all’ultimo minuto, è forse il brano più visionario e che meglio rappresenta il significato profondo di questa produzione, insieme all’ultimo brano in scaletta dal titolo La civiltà che chiude il cerchio di quello che apparentemente si presenta come un concept album ma che in realtà apre le porte ad un’infinità di dimensioni tutte da esplorare.

DOVE ACQUISTARE:

Link AMAZON

Link iTUNES

Copertina CD_Fabio Cardullo_disegno di Adele Camuffo

Ecco il testo del brano
“Aspettando l’avvenire”

Un parco giochi nella notte
fa divertire gli ubriachi
dove il mattino seguente genitori
crescono figli educati

Ho visto una stella
una stella cadente
Ma non l’ho vista solo io
eravamo in due…o forse due milioni

Due milioni di insetti
che al posto di dormire
si facevano i dispetti aspettando l’avvenire
aspettando l’avvenire…aspettando

Se chiedi amore, amore per tutti
l’universo ti regala uno sguardo potente
per vedere al buio…
…al buio della notte
la luce della vita
…al buio della notte
la luce della vita

La stanza adesso sembra una gabbia
dopo tutto questo cielo
e come faccio a dormire
da un vita me lo chiedo

E come faccio a dirtelo
è tutto così grande
Gli alberi e le stelle
sembrano sorelle
…e limpida è la via
…e limpida è la via
…è limpida

Scrivi un commento

*

2 × uno =

captcha *